mercoledì 24 settembre 2014

Riso con pollo al latte di cocco, zenzero e curry






                                             En español más abajo






Riso con pollo al latte di cocco,zenzero e curry;un riso globale,un incontro tra i Caraibi e il Giappone.
MTChallenge di settembre;protagonista:il riso. Sembra facile e probabilmente lo puó essere per chi puó spaziare tra esotici ingredienti;facile per chi "basta spremersi le meningi",uscire e andare alla ricerca del o degli ingredienti studiati,pensati,desiderati. Io,peró,vivo in un piccolo paese su una piccola isola dove giá trovare un riso adatto é stato piú laborioso di un parto...figuriamoci il resto!! Sognavo alghe,spezie,qualche verdura insolita...nella mia testa c'era tutto,ma da lí al potersi procurare il necessario c'é di mezzo il mare,anzi:l'oceano,questo maledetto (si fa per dire) oceano che,a meno che le alghe non me le vada a cercare direttamente in acqua (se le conoscessi..)...eee..hai voglia...
In sintesi:qui non trovo un tubino di niente!!
E allora? Pensa che ti ripensa ho ricordato un "arroz con pollo y leche de coco" (riso con pollo e latte di cocco),tipico dei Caraibi, cucinato da un amico,(per altro:era fa-vo-lo-so!!)tanti anni fa quando vivevo in quei luoghi da sogno e ho deciso:cucineró proprio quello,ma col metodo di cottura per assorbimento che ci insegna Acquaviva.

Una precisazione:il pollo che ho usato sono delle ali di pollo a cui viene data una forma di coscette;non so come si chiamino in Italia (si vede che manco da casa da un po'?),qui le chiamano proprio "cosce di ali di pollo" e cosí le includo come ingrediente;nel caso avessero un altro nome sapete a cosa mi riferisco.






Riso con pollo al latte di cocco,zenzero e curry

4 tazze di riso a grano rotondo
4 tazze + 4 cucchiai di latte di cocco
1 chilo di cosette di ali di pollo
1 porro
1 peperone rosso
1 cucchiaio e mezzo di curry piccante
1 cucchiaio e mezzo di zenzero fresco tritato
prezzemolo o coriandolo fresco
un filo di olio e.v.o.
sale-pepe  

Mettere a bagno il riso in una ciotola con circa il doppio di acqua e "stropicciarlo"tra le dita finché l'acqua sará completamente bianca. Scolarlo,sciacquarlo sotto il getto dell'acqua (non forte) e rimetterlo nella ciotola con acqua;ripetere l'operazione fino a quando l'acqua sará completamente trasparente. Sciacquarlo,rimetterlo nella ciotola con acqua e lasciarlo a bagno dai 20 ai 40 minuti (io l'ho lasciato 30 minuti).Scolarlo e sciacquarlo.
Nel frattempo rosolare il pollo senza condimento in una padella (per dargli colore) e preparare gli altri ingredienti. Tagliare il porro e il peperone. Triturare il prezzemolo.
Sciogliere il curry nel latte di cocco e aggiungervi lo zenzero..
In una pentola d'acciaio con il fondo spesso versare il riso e tutti gli altri ingredienti,salare,pepare e irrorare con un filo d'olio.Da questo momento fino a fine cottura piú riposo non bisognerá mai toccarlo.
Mettere sul fuoco. Quando comincerá a bollire coprire la pentola con un coperchio che chiuda perfettamente (eventualmente avvolgere il coperchio in un panno per chiudere ermeticamente),abbassare la fiamma e cuocere 10 minuti;spegnere il fuoco e lasciare riposare altri 10 minuti senza mai aprire.
Se vi piace il coriandolo vi consiglio di usare quello;noi,in casa,non ne sopportiamo neppure l'odore e quindi ho messo prezzemolo. 
 

Con questa ricetta partecipo all'MTC di settembre:






Arroz con pollo en leche de coco, jengibre y curry


Arroz con pollo en leche de coco, jengibre y curry, un arroz global, un encuentro entre el Caribe y Japón.
El MTChallenge es un reto que se desarrolla en un grandisimo y cuidadisimo blog italiano;cada mes hay un reto y el tema pasa de mano en mano según el ganador del mes.El protagonista del MTChallenge de septiembre es el arroz. Suena fácil y probablemente puede serlo para aquellos que pueden pasear entre
exóticos  ingredientes ; fácil para aquellos que con pensar,decidir y salir en busca del ingrediente o ingredientes estudiados, diseñado, deseado resuelven el problema. Yo, sin embargo, vivo en un pequeño pueblo de una pequeña isla en la que ya  encontrar un arroz adecuado ha costado más que un parto laborioso ... !! Soñaba con algas, especias insólitas, verduras inusuales ... en mi cabeza estaba todo, pero de ahí a conseguirlos hay un mar de por medio,mas bien un océano,un maldito (es un decir!)océano y,a menos que las algas no vaya yo a recogerlas directamente al agua (si las conocieras..) ..
En resumen:
aquí no encuentro nada !!
Y entonces? Piensa y piensa de nuevo, me acordé de un arroz con pollo y leche de coco , típica del Caribe, cocinado por un amigo, (que estaba riquísimooo!!) hace muchos años, cuando yo vivía en esos lugares y decidí.cocinaré aquello pero con el método de absorción que nos enseña  Acquaviva ,la anfitriona de este mes 



Arroz con pollo en leche de coco, jengibre y curry


4 tazas de arroz de grano redondo
4 tazas + 4 cucharadas de leche de coco
1 kilo de muslitos de alas de pollo
1 puerro
1 pimiento rojo
1 y 1/2 cucharada de curry picante
1 y 1/2 cucharada de jengibre fresco picado
perejil
un poco de aceite de e.v.o.
sal-pimienta


Remojar el arroz en un recipiente con aproximadamente el doble de agua y "estrujarlo" entre los dedos hasta que el agua será completamente blanca. Escurrir, enjuagar con agua corriente(con chorro muy suave) y volver a colocarlo en el recipiente con agua y repetir el proceso hasta que el agua será completamente transparente. Aclarar, poner de nuevo en el recipiente con agua y dejar en remojo durante 20 a 40 minutos (yo 30 minutos) .Escurrir y enjuagar.
Mientras tanto, dorar el pollo sin aderezo en una sartén (para darle color) y preparar el resto de los ingredientes. Cortar el puerro y el pimiento. Picar el perejil (o cilantro)
Derretir el curry en la  leche de coco y añadir el jengibre.
En una olla de acero inoxidable con fondo grueso, poner el arroz y añadir los demás ingredientes, sazonar con sal y pimienta y rociar con un chorrito de aceite de oliva.Da este momento hasta el final de la cocción y de descanso no debe jamás ser manipulado.
Poner sobre el fuego. Cuando comience a hervir, cubra la olla con una tapa que cierre perfectamente (eventualmente usar también un paño para cerrar herméticamente), reduzir el fuego y cocinar  10 minutos, apagar el fuego y dejar reposar otros 10 minutos sin destapar.

Lo suyo seria el cilantro pero  nosotros,en casa,no aguantamos ni el olor,entonces he puesto perejil.



20 commenti:

  1. Pensavo che a parte le alucce di pollo avrei tutti gli ingredienti a casa....quasi quasi .....!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh,eh......quasi,quasi...prova,prova ;) Puoi anche usare altra carne.
      Grazie della visita e del commento.
      A presto
      Vera

      Elimina
  2. Capisco la tua frustrazione per l'irreperibilità degli ingredienti..capita a me, che sono sul continente (forse troppo spinte eheheh), immaginiamoci a chi abita circondata dall'oceano.
    In compenso, il tuo riso sembra meraviglioso! Brava, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Greta!! Certo,forse capita un pó atutti a meno di non vivere in una grande cittá,ma quello che qui frustra ulteriormente é che non si possono neppure ordinare prodotti via internet perché qualsiasi pacchetto (a meno di ordinare un valore di massimo 22€,ma,visto che le spese di spedizione per le isole sono carissime,non vale la pena fare un piccolo acquisto)che entra alle Canarie paga tasse altissime (le Canarie hanno uno statuto molto particolare). Figurati che per un acquisto con valore fatturato di 28€ ho pagato la bellezza di 24€ di tasse doganali!!!!!!!! Pazzesco!

      Elimina
  3. UN BEL PIATTO UNICO!!!!!MOLTO RICCO E VARIEGATO!!!!PENSA CHE ANCH'IO QUA IN ITALIA SPESSO NON TROVO GLI INGREDIENTI CHE TUTTI USANO DI NORMA A CUCINARE, FORSE ABITO IN UN PAESINO FUORI DAL COMUNE???BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabry! Immagino che anche in un paese non sia facile trovare cose un po' particolari,ma almeno tu puoi ordinare per internet o farti spedire da qualcuno mentre io...leggi la risposta al commento subito sopra (non riscrivo tutto) ;)
      Grazie! Un bacione

      Elimina
  4. anche per me cocco ma niente pollo, ogni ricetta è unica, mi piace moltissimo la tua proposta, come sempre la necessità aguzza l'ingegno :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto! Bellissimo. Mi piace moltissimo!
      Un abbraccio

      Elimina
  5. ¡¡Hola Vera!! ¡¡Te ha quedado un arroz de lo más jugoso!!. Una receta de lo más sensacional con esos toques exóticos, a pesar de tener tan limitados los ingredientes. Besitos.

    RispondiElimina
  6. senza parole: hai usato una tecnica che non c'entra niente per una serie di ingredienti che, se da una parte sono in abbinamento collaudato, di solito richiedono ciascuno una sua cottura specifica. E l'hai pensata talmente bene che i è uscito un piatto perfetto, dove immagino un riso bello sgranato, un pollo morbidissimo e delle spezie perfettamente infuse. La tua sfida con te stessa ha generato una piccola grande genialata, una "vera" ricetta MTC!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh...beh...chi resta senza parole sono io... e mi hai fatto arrossire..... :)
      Francamente dopo aver visto ricette ricercatissime e favolose credevo di passare assolutamente inosservata.
      Grazie Annalena.

      Elimina
  7. Me encanta tu blog. La cocina italiana es una de mis preferidas, así que me quedo por aquí para no perderme nada

    Te dejo la dirección del mío por si te apetece conocerlo http://losdulcessecretosdecuca.blogspot.com.es/

    ¡Besos mil!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola Cuca!! Muchas gracias,un verdadero placer tenerte por aquí!! Paso a ver el tuyo!
      Besitos
      Vera

      Elimina
  8. Te a quedado delicioso ,parecido ,pero es muy rico el tuyo ,
    Un beso!!

    RispondiElimina
  9. Ma che splendida ricetta!!!!
    Complimenti davvero!!!
    Un caro abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  10. io invece sorrido, sulla tecnica, perchè ad Annalena forse è sfuggito che vivi in un Paese dove la cottura del riso è raccontata in mille modi- e tutti ugualmente appetitosi e interessanti. io l'ho mangiato, un risto fatto così, in una casa madrilena, con tutto in pentola e tutto a cuocere nello stesso modo: il sapore era indescrivibile, perché era il frutto di un altrettanto indescrivibile mix di succhi rilasciati durante la cottura, ma era quest'ultima ad avermi lasciato strabiliata: tutto assolutamente perfetto. Anche lì, si partiva da una base di riso e carne, perchè forse col pesce sarebbe stato diverso: ma ero talmente soddisfatta che avevo chiesto la ricetta. Invano, perchè la signora cucinava a "un po' di questo e un po' di quello" e i tempi di cottura erano "spegni quando è pronto" :-) e quindi, fai conto come son felice adesso, che vedo una ricetta scritta per bene e per giunta con ingredienti molto ben assortiti e combinati. Un grazie grande come una casa non te lo toglie nessuno ed il "bravissima!" è più che meritato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra! Che piacere il tuo commento. Sí,ma tu parli della Spagna;le Canarie sono un mondo a parte:qui il riso non rientra molto nella loro cultura culinaria se non cucinato come in Sud America,la cui presenza é fortissima. C'é una forte influenza soprattutto del Venezuela (addirittura chiamato "l'ottava isola")per via della grande immigrazione e emigrazione a quel e da quel paese giá in tempi remoti. Per cui qui quello che si usa é arroz blanco cotto secondo il metodo chiamato "criollo",piuttosto simile al pilaf. Mi fa moolto piacere poterti dare questa mia ricetta!
      Grazie dei complimenti e se lo farai,mi raccomando,raccontami....
      Un abbraccio

      Elimina

Lettori fissi / Seguidores

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Followers